L’allievo supera il maestro!

Benvenuti alla nuova rubrica della Scuola Primaria “l’allievo supera il maestro”!

Da dove deriva questo noto modo di dire?

Nella tradizione popolare, il pittore Verrocchio è rimasto celebre, più che per le sue opere, per il fatto di essere stato il maestro alla cui bottega iniziò a dipingere Leonardo da Vinci. Vuole la tradizione che, avendo il Verrocchio lasciato da dipingere al suo allievo Leonardo, uno dei due angeli che compaiono nel “Battesimo di Cristo“, dipinto che oggi si può ammirare nella Galleria degli Uffizi, il giovane discepolo lo completò con tale maestria da oscurare l’ abilità del suo stesso maestro; ragion per cui, si racconta, il Verrocchio rimase a tal punto impermalito che decise addirittura di chiudere bottega e darsi alla scultura.

Con ogni probabilità si tratta soltanto di una dicerìa, ma il quadro è comunque visibile agli Uffizi ed ognuno può quindi dare il suo giudizio: la mano di Leonardo si riconosce nell’ angelo preso di profilo, per una maggiore morbidezza della figura, laddove il resto del dipinto mostra il tratto più ruvido del Verrocchio, che gli derivava dalla sua impostazione di scultore.

La rubrica vorrebbe quindi sottolineare le competenze personali degli alunni, le loro intuizioni e il condividerle con compagni e insegnanti per un arricchimento comune nell’ambito delle lezioni!

Al Santa Maria promuoviamo l’apprendimento dal basso, certi che il passaggio “spontaneo” di conoscenze, esperienze ed emozioni tra pari, sia un metodo efficace per  stimolare la curiosità e fortificare l’autostima.

A presto!